Kranjska Gora e Podkoren

La storia di Kranjska Gora affonda le sue radici nella seconda metà del XIV secolo, quando i suoi abitanti iniziarono a tagliare, su larga scala, i boschi che si trovavano allora in quella zona per trasformarli in terreni agricoli e in pascoli per pecore e bovini. La città divenne d’importanza strategica durante la prima guerra mondiale, quando i prigionieri russi costruirono una strada militare che collegava, attraversando il passo Vršič (o della Moistrocca) ad un’altitudine di 1611 m, la valle della Sava con la valle dell’Isonzo. Kranjska Gora si guadagnò poi la fama di meta turistica grazie alla costruzione della linea ferroviaria e con l’arrivo dei primi turisti. Qualche anno più tardi, i voli e i salti con gli sci dal trampolino di Planica hanno portato il nome della località e della valle in tutto il mondo, dando così il via ad un enorme sviluppo turistico della regione di Kranjska Gora, in modo particolare quando, alla fine degli anni ‘50, sui versanti del Vitranc sorsero le prime funivie.  

Ancora più antica è la storia del misterioso paesino di Podkoren, che custodisce ancora le fantastiche storie dei tempi in cui nell’alta valle della Sava non era ancora arrivato il turismo. Il paese era attraversato da una strada medievale lastricata che, già nel ‘400, fungeva da via di collegamento tra la Carniola e la Carinzia. Già ai tempi dell’Impero Austroungarico, per il Korensko sedlo (o passo di Koren) passava la carrozza della posta che portava agli abitanti del posto le notizie provenienti dal resto del mondo. Fino al 1990, quando fu costruito il tunnel delle Caravanche, la strada di Korensko sedlo aveva rappresentato la via di collegamento principale tra l’Europa centrale e settentrionale. 

Kranjska Gora e Podkoren sono unite da almeno tre caratteristiche comuni: la stessa storia, la stessa posizione geografica all'incontro dei tre confini tra Slovenia, Austria e Italia e lo stesso sviluppo turistico, grazie alle notevoli imprese degli "eroi delle discese bianche" ai mondiali di sci alpino. 

Per il turista, però, le due località sono soprattutto la perfetta combinazione tra il carattere cosmopolita di Kranjska Gora e il tranquillo idillio di Podkoren. Se Kranjska Gora è il centro culturale e sociale della regione, Podkoren ne è il cuore alpino...

 

Cookies

This website uses cookies to improve its performance.
Do you agree to have cookies uploaded to your computer for this purpose?

Open/close