Descrizione dell’itinerario

Dopo aver percorso la già citata ex-ferrovia, il tracciato ci porta da Kranjska Gora accanto a Zelenci, sulla destra, fino alla strada dove svoltiamo a sinistra nella valle sotto Ponce. Immediatamente avvistiamo i trampolini per il salto con gli sci, di fama mondiale, tra i quali il Velikanka permette voli di oltre _. La costruzione degli impianti per il salto è stata favorita dalla conformazione della valle, scolpita dai ghiacciai, che ci conduce, accanto ai trampolini, all'inizio di una salita un po’ più impegnativa. Grazie alla sbarra che impedisce il passaggio alle auto a fondo valle, noi ciclisti possiamo tranquillamente goderci la pedalata in un magnifico ambiente naturale. La strada sterrata, in alcuni punti piena di sassi trasportati dai torrenti fino a valle attraverso ripide pareti di roccia, ci conduce in mezzo a un bosco fino ad un’oasi verde ai piedi delle pareti e ai margini del Parco nazionale del Triglav.

Tamar è uno dei più bei pascoli alpini e il rifugio alpino al termine del nostro tracciato può offrirci un piacevole ristoro. Da questo punto si prosegue solo a piedi, poiché le imponenti pareti dello Jalovec richiedono il rientro sulla medesima strada. Durante la discesa prestiamo attenzione alla sabbia e, in alcuni punti, al terreno franoso, poiché un’eventuale caduta sui sassi taglienti non porterebbe nulla di buono.

PUNTO DI PARTENZA – 810 m s.l.m.

PUNTO DI ARRIVO – 1.108 m s.l.m.

DISTANZA – 10.700 m

Galleria fotografica